biografia - biography

 
 Dal 1972 esercita la libera professione precisando i suoi interessi nel campo dell'architettura, dell'interior design, del design, della scenografia.
Si occupa di edifici di nuova costruzione e di interventi sul patrimonio edilizio esistente, anche a livello di ristrutturazione urbanistica e del recupero di aree dismesse.
Svolge incarichi pubblici e privati, effettuando inoltre consulenze industriali sia in Italia che all'estero. Partecipa a numerosi concorsi tra i quali vince nel 2004, quello per il complesso residenziale per studenti, 500 posti letto, Fondazioni Mattei e Promor, in Milano e nel 2010 quello per la Nuova sede dell’Unione Commercianti di Sondrio.
Dal 1992 al 2013 ha tra l’altro progettato il Polo Fieristico Provinciale di Morbegno e il Centro Natatorio Bassa Valle. Nei diversi interventi sul Patrimonio Edilizio esistente progettati e diretti su edifici in zona di Vincolo ambientale, ha approfondito le metodologie e le tecniche proprie del Restauro Conservativo, spinto, per le parti strutturali e gli elementi morfologici significativi, nonchè per tutti gli elementi architettonici e artistici di pregio, al Restauro Scientifico.  Ha dunque collaborato con i Funzionari ed i Tecnici preposti degli Uffici regionali e statali principalmente di Lombardia, Toscana, Sicilia, anche a livello di Soprintendenza Archeologica.
Dal 2002 al 2005 ha progettato e diretto il restauro del Cortile d'Onore di Palazzo Isimbardi in Milano e della cappella gentilizia Oratorio di San Francesco di Palazzo Crivelli a Limbiate.
Nel campo dell’interior design e design svolge consulenze e incarichi, occupandosi tra l’altro della progettazione di oggetti e complementi di arredo in pietra dura, di oggetti / scultura in vetro, e prototipi di lampade a nuova tecnologia LED.
Dal 2000 al 2014 ha progettato l’allestimento delle seguenti mostre: “77 Million Paintings” di Brian Eno presso La Triennale di Milano, “L’alchimista” di Paulo Coelho, “Alberto Moravia  nei ritratti e nei disegni di Tullio Pericoli”, “Ottant’anni Bompiani”, “Noi credevamo un film di Mario Martone”, “Shoah“, presso la Sala Buzzati Corriere della Sera in Milano; “Disegni di Tahar Ben Jelloun e Gao Xingjian”, “Memorie dal cinema: il mondo di Nicholas Ray”, “Tonino Guerra I colori delle parole”, "Luigi Serafini Codex Seraphinianus"presso il Circolo dei Lettori di Torino; "Antonio Lopez Garcia, Caravaggio Cena per due" presso la Pinacoteca di Brera, "Tinto Brass Tra popolarità e arte" presso l'Università IULM di Milano e "Omaggio a Tonino Guerra Artista Totale" antica chiesa di San Barnaba in Bondo, e nel 2015 "Il tesoro d'Italia" a cura di Vittorio Sgarbi, presso il padiglione Eataly EXPO Milano 2015. Sempre nel quadro delle iniziative del Festival La Milanesiana nel 2015 ha firmato l'allestimento delle mostre "Ho visto cose" di Theo Volpatti presso la Galleria Ceribelli di Bergamo, "Santi Moix Il nome della rosa di Umberto Eco" presso Il Circolo dei lettori di Torino, "Preghiera Laica Cagnaccio di San Pietro e Gianfranco Ferroni" presso il Museo Diocesano di Milano, "La Lucania di Henri Cartier Bresson, Immagini di una terra ritrovata" presso la Sala Buzzati di Milano, "Ritratti" di Franco Battiato, presso The Bridge, Università IULM Milano.
Parallelamente alla professione di architetto, si occupa di televisione, teatro e cinema, firmando come scenografo numerose produzioni a livello nazionale e internazionale.  Tra le altre produzioni, dal 1987 al 2011 ha firmato le scenografie delle opere liriche “Genesi”, “Gilgamesh”, “Il cavaliere dell’intelletto” e “Telesio” di Franco Battiato. Nel 2003, 2004, 2007, sempre per Franco Battiato è stato art director del film "Perduto amor", e scenografo dei film "Musikanten", presentato nel 2005 al Festival del Cinema di Venezia e "Niente è come sembra" presentato alla Festa del Cinema di Roma nel 2007.
Dal 2006 al 2015 ha firmato le scenografie dei film di Elisabetta Sgarbi tra cui "Il pianto della statua", "Non chiederci la parola", e "L'ultima salita" presentati al Festival del film di Locarno, "Deserto rosa / Luigi Ghirri" e "La disputa - Raffaello - La stanza della Segnatura", "Se hai una montagna di neve tienila all'ombra", "Qui pro quo" e "Prove per un naufragio della parola", presentati alla mostra del cinema di Venezia, "Il viaggio della signorina Vila", "Racconti d'amore", "Quando i tedeschi non sapevano nuotare", "Per soli uomini" e "Il pesce siluro è innocente", presentati al Roma film Festival, e "Il pesce rosso dov'è?" presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nel 2015.
E’, fin dalla prima edizione, ideatore del progetto scenico del Festival La Milanesiana Letteratura Musica, Cinema e Scienza, diretto da Elisabetta Sgarbi, promosso dalla Provincia di Milano, con il Comune di Milano, la Regione Lombardia sotto l'alto patronato del Presidente della Repubblica.

  


 

Architect has worked as a freelancer, specialising in design, refurbishment, restoration and interior design, and carrying out important public and private contracts in Italy and abroad. It deals mainly with new buildings and interventions on existing buildings, also in terms of urban renewal and rehabilitation of brownfield sites. He holds positions as public and private, by making further industrial consultancy in Italy and abroad. He participates in numerous competitions including wins in 2004, one for the residential complex for students, 500 beds, foundations Promor and Mattei in Milan and in 2010 that for the new headquarters of the Merchants of Sondrio. From 1992 to 2013, among other things it designed the fairgrounds Provincial Morbegno and the Center Natatorio Lower Valley. Building Heritage in the various interventions on the existing direct and designed buildings in the area of environmental constraint, he studied the methods and techniques of the Conservative Restoration, pushed for the structural parts and the entire gamut of significant, and for all the architectural and artistic fine, the Scientific Restoration. He then worked with the officials and technicians in charge of the regional offices and state mainly in Lombardy, Tuscany, Sicily, at the level of the Archaeological Superintendence. In the field of interior design and design plays consultants and advisors, dealing among other things with the design of objects and furnishings in hard stone, objects / glass sculpture, and prototypes of new technology LED lamps. Whilst pursuing his career in architecture, Volpatti also works in television, theatre and cinema creating sets and scenery for various national and international productions.
 From 1987 to 1994, he designed the sets for Franco Battiato’s Lyric operas Genesi, Gilgamesh e Il cavaliere dell'intelletto, amongst others. In 2003, 2004 and 2007, Volpatti also worked as art director and set designer for Battiato’s films Perduto amor, Musikanten, presented at the 2005 Venice Film Festival and Niente è come sembra presented at the Rome Film Festival in 2007.
Between 2006 and 2010 he created sets for the films Il pianto della statua, Non chiederci la parola and L’Ultima Salita by Elisabetta Sgarbi, which made their world premieres at the Locarno Film Festivals of 2007, 2008 and 2009; as well as Se hai una montagna di neve tienila all'ombra, which was presented at the Venice Film Festival of 2009 and 2010.
 Volpatti has been the tour de force behind the scenery used in the Festival La Milanesiana Literature Music Cinema Science Art Philosophy and Theatre since its first edition, designing (among others) the setting for the art installation 77 Million Paintings by Brian Eno at the Milan Triennale, as well as that far The Alchemist exhibition by Paolo Coelho at the Sala Buzzati Corriere della Sera in Milan, and the photographic exhibition 2000-2009: dieci anni di Milanesiana, in Milan’s Teatro Dal Verme.
 In 2009 and 2010 he designed the installations far the exhibitions Bompiani 80 anni, 1929-2009 and Alberto Moravia nei ritratti e nei disegni di Tullio Pericoli at Milan’s Sala Buzzati - Fondazione Corriere della Sera, and Deserto Rosa / Luigi Ghirri, un film di Elisabetta Sgarbi at the Galleria dell'Architettura Italiana in Florence. In 2010 he designed the installation for the La giornata della memoria exhibition at the Sala Buzzati - Fondazione Corriere dalla Sera; and for the Circolo dei lettori in Turin he designed the exhibitions, Africa dream and Opere Recenti, pictorial operas by Tahar Ben Jelloun and Gao Xingjian. In the same year he worked with Elisabetta Sgarbi on her films Quiproquo and Prove per un naufragio della parola, both of which were presented at the Venice Film Festival in 2011, and Sono rimasto senza parole, which was presented at the Festival di Bari. Also in 2011 he designed the set of Franco Battiato’s Telesio - an opera featuring threedimensional holograms which made its international debut at the Teatro Rendano in Cosenza, in celebration of the fifth centenary of the birth of the philosopher. In 2012 he has realized the design of the exhibition Memories from Cinema: Nicholas Ray's World and in 2013, the one of the exhibition Tonino Guerra: i colori delle parole, at Circolo dei Lettori in Turin; he has worked as set designer for the movie Miss Vila's Journey, by Elisabetta Sgarbi, presented in 2012 at Rome Film Festival, and of the films Love Stories and When the Germans didn't know how to Swim, by Elisabetta Sgarbi, presented at Rome Film Festival in 2013 and Per soli uomini, both by Elisabetta Sgarbi, presented at the Rome Film Festival in 2013 and 2014 and "Il pesce rosso dov'è?" (The Goldfish where is it?) presented at the Venice Film Festival in 2015. In 2014 he designed the set-up of the exhibition "Tonino Guerra Artista Totale", in the ancient church of St. Barnabas in Bondo di Trento, and in 2015 the set-up of the exposition "II Tesoro d'Italia", by Vittorio Sgarbi, in the Eataly pavillion at Expo Milano 2015. Always within the framework of the initiatives of the Festival Milanesiana in 2015 signed the staging of exhibitions "I saw things" Theo Volpatti Ceribelli at the Gallery of Bergamo, "Santi Moix The Name of the Rose by Umberto Eco" at The Circle readers turin, "Prayer Lay Cagnaccio of San Pietro and Gianfranco Ferroni" at the Diocesan Museum of Milan, "Lucania of Henri Cartier Bresson, images of a land-found" at the Sala Buzzati of Milan, "Portraits" by Franco Battiato, at The Bridge, IULM University Milan